Nido e Materna al Rubattino — Progetto definitivo

Chi abita al Rubattino, probabilmente ha già capito dove voglio andare a parare…

I residenti del quartiere hanno avuto, nei giorni scorsi, il privilegio di vedersi recapitare personalmente, da parte dell’attuale Amministrazione del Comune di Milano, una cordiale lettera in cui venivano informati della continua attenzione inerente le problematiche in generale del Rubattino da parte degli amministratori ed in particolare in relazione alla prossima realizzazione del complesso scolastico Asilo nido/Scuola materna a servizio dei bimbi del quartiere.

Non volendo entrare nel merito relativamente al fatto che la missiva sia stata recapitata in perfetto periodo pre-elettorale e che, ad un malizioso lettore come me, possa vagamente sembrare mirata alla ricerca di un consenso politico, resta comunque il fatto che alcune informazioni ivi contenute sono utili per comprendere come questo complesso verrà realizzato.

Stando a quanto indicato dal Comune ecco le parti che ritengo più indicative:

  • Il progetto definitivo è stato approvato il 5 novembre ultimo scorso;
  • La realizzazione costerà 4 milioni e mezzo di euro e rotti;
  • Il complesso sorgerà tra via Caduti in missione di pace e Via Rubattino (in quel pratone tra il Centro Studi Enel e gli uffici amministrativi ex-Maserati);
  • L’area dedicata al complesso sarà di circa 5500 metriquadri (voglio verificare la metratura del pratone per vedere se i conti tornano);
  • Potrà ospitare circa 70 infanti e 125 bambini;
  • I lavori dureranno circa un anno e mezzo.

Orbene, indubbiamente bei numeri, belle cifre e tempi di realizzazione molto contenuti.

Dell’insieme però, vista l’ormai abitudinaria tendenza dei residenti del quartiere a prendersi “scottature” per aver dato credito a quanto loro comunicato, direi di tenere per certo un unico dato, che poi è la vera ed unica informazione aggiunta rispetto a quanto già noto: è stato approvato il progetto definitivo.

La descrizione del progetto sarà certamente corretta, ma mi sarebbe piaciuto vedere qualche immagine, non dico una planimetria, ma un bel rendering “pubblicitario” mi avrebbe fatto piacere, almeno per vedere come sarà il complesso con le sue “ampie terrazze” ed “accesso diretto delle aule al pian terreno ad una vasta area verde” (…ma se tra Caduti e Rubattino ci sono una cinquantina di metri scarsi, come farà ad essere così vasta quest’area verde… 😐 ).

Per chi non è del settore, e per dovere di cronaca, è necessaria una piccola parentesi relativa agli iter progettuali necessari alla realizzazione di lavori edilizi che il Comune ha dimenticato di indicare nella sua missiva:
le fasi propedeutiche all’inizio dei lavori di realizzazione di un complesso sono tre: il progetto preliminare, il progetto definitivo ed il progetto esecutivo, aventi crescenti livelli di dettaglio tecnici ed economici di quello che poi sarà l’opera realizzata.

Per cui, se la missiva del Comune ha utilizzato termini precisi, si è conclusa la seconda delle tre fasi necessarie all’inizio dei lavori. I tempi per la realizzazione del progetto esecutivo non sono solitamente molto lunghi, ma comunque bisogna tenerne conto.

Potrebbe invece benissimo essere che la missiva del Comune abbia puro carattere divulgativo ed abbia utilizzato impropriamente il termine “definitivo”, maggiormente comprensibile ai più, intendendo “esecutivo” e quindi tutta sta tiritera sulle tre fasi è stata solo un esercizio di stile.

Per i tempi di realizzazione, imporrei la massima cautela, raddoppiandoli d’ufficio, così, per sicurezza, e poi aggiungere qualche altro mesetto tra ritardi, problemi, permessi e così via.

So che può sembrare che abbia il dente un tantinello avvelenato e non lo faccio per rincarare la dose, ma avrei un’altra osservazione da fare che non so se è venuta in mente anche ad altri lettori:

Com’è che il Comune, gentilmente, comunica quanto costeranno i lavori, dove e come saranno fatti, quanto dureranno, ma non QUANDO inizieranno?!? 8)

Sembra comunque che un piccolo ulteriore passo in avanti per questo necessario servizio si sia fatto: la scuola ha finalmente un progetto definitivo cui aggrapparsi.

Come sempre attendo info utili da chi ne fosse in possesso per correggere i miei errori, essere bacchettato per i miei pregiudizi e arricchire le info dell’articolo.

Alla prossima!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Educazione, servizi, sviluppo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Nido e Materna al Rubattino — Progetto definitivo

  1. Claudio ha detto:

    Solo per ricordarvi che esisteva già un progetto, finanziato con 3,5 milioni di Euro (!) e inserito nel piano triennale dei LLPP 2004-2007 con tanto di planimetrie ufficiali del Comune. Dove sono finiti quei soldi…?

    • Paoleto ha detto:

      Se i fondi a cui ti riferisci sono gli stessi di cui parlavo in questo post, allora credo che siano gli stessi che utilizzerà (?) il Comune per finanziare la scuola oggi, 2011 se va bene.
      Un ‘piccolo’ ritardo sulla tabella di marcia… 2004-201? 😐

  2. Simona Foti ha detto:

    Ho comprato casa al Rubattino nel 2001 per venirci ad abitare nel 2003. Sento parlare da sempre di questi asili. Quando sono venuta ad abitarci ero sposata da un anno, mio figlio ha 7 anni e nido e scuola materna le ha frequentate altrove… è passato un anno da questo post e non mi sembra sia stato cominciato alcunché. Certo la giunta è cambiata, ma se un progetto viene approvato, va terminato. Quindi mi sa che non ci fosse alcun progetto realistico in merito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...